Il gatto e l’acqua: le cose da sapere di questo rapporto d’amore e odio

I gatti e l'acqua non vanno d'accordo, o almeno è così che si pensa comunemente. Ma davvero tutti i gatti odiano l'acqua? Perché? E come mai amano l'acqua che gocciola da un rubinetto, ma combattono come leoni se li avvicini a una vasca piena d'acqua? Probabilmente non lo sapremo mai con certezza, ma gli esperti hanno alcune idee che possono aiutare i proprietari di gatti a capire un po' meglio il comportamento del loro micio.

Perché i gatti odiano l'acqua?

I gatti non hanno problemi con l'acqua da bere, ma se si avvicina l'acqua alla loro pelliccia puoi trasformare istantaneamente un gatto felice in un feroce felino in miniatura. Ecco alcune delle cause che aiutano a spiegare perché.

L'acqua appesantisce il gatto

Immagina di dover portare una coperta bagnata sulle spalle finché non si asciuga di nuovo. Questo principio può aiutare a comprendere il difficile rapporto tra gatti e acqua.

Quando la pelliccia viene inzuppata, il gatto si sentirà appesantito e incapace di muoversi con la sua consueta agilità. Questa è un'esperienza piuttosto spiacevole per un micio a cui piace muoversi con un'andatura elastica e senza sforzo.

La storia evolutiva del gatto

Un altro motivo per cui i gatti odiano l'acqua è probabilmente attribuibile alla loro evoluzione. Gli antenati del gatto vivevano in luoghi aridi, il che significa che mari e corsi d'acqua non erano ostacoli che dovevano affrontare. Non c'è molto nel passato dei loro antenati per preparare il gatto moderno per la vasca da bagno, il che aiuta a spiegare perché la loro prima reazione è quella di liberarsi dalle braccia di un proprietario determinato a fargli un bagnetto.

I gatti sentono l'odore delle sostanze chimiche nell'acqua

L'olfatto è il senso più affidabile di un gatto. Anche se potremmo non rilevarli, le sostanze chimiche nell'acqua del rubinetto producono un odore particolare che il naso sensibile di un gattino percepirà immediatamente. Va bene per immergerci una zampa ogni tanto, ma immergersi in un liquido che non ha l'odore "adatto" al loro mantello è sufficiente per rimandare il bagnetto.

Esperienze negative

Alcuni gatti potrebbero aver effettivamente sperimentato il bagnetto nella prima infanzia. A volte sono quelle prime interazioni che possono aiutare a chiarire il mistero del perché i gatti odiano l'acqua. Se essere immersi nell'acqua le prime volte è stata un'esperienza stressante, è probabile che reagiranno male alla vista della vasca da bagno fino alla loro età adulta.

Mancanza di controllo

C'è qualcos'altro che aiuta a spiegare perché un gatto eviterà di entrare nella vasca da bagno ma è felice di giocare con un rubinetto che gocciola a addirittura avventurarsi vicino alla vasca piena per immergerci la zampa: in quei casi, infatti, il gatto avrà il controllo della situazione. Ma trovarsi su una superficie bagnata scivolosa con l'acqua che cola sul loro mantello, gli entra negli occhi e gli appesantisce il mantello è sufficiente per far andare in tilt i loro istinti felini.

Potrebbe interessarti

Posso fare il bagno al mio gatto?

In circostanze speciali puoi effettivamente fare il bagno al tuo gatto. Può essere complicato, ma un buon punto di partenza è avere a portata di mano gli "strumenti" giusti, come un tappetino antiscivolo, uno shampoo specifico, asciugamani e una spazzola. Consulta la nostra guida per fare il bagno ai gatti per rendere l'esperienza il meno stressante possibile sia per te che per il micio.

Perché il mio gatto non beve dalla ciotola?

Il gatto è un animale molto pulito e, di conseguenza, particolarmente schizzinoso. Probabilmente l'ubicazione della ciotola non è di suo gradimento, magari è troppo vicina alla lettiera o alle ciotole con la pappa. Un altro motivo per cui il gatto non beve potrebbe risiedere nella forma della ciotola dell'acqua: se è troppo stretta o troppo profonda, infatti, il micio sarà scettico sulla freschezza dell'acqua. I gatti preferiscono, infatti, l'acqua corrente per dissetarsi. Ecco perchè molto spesso una fontanella per gatti è un'ottima soluzione per assicurare la giusta idratazione del tuo micio.

Ci sono gatti a cui piace l'acqua?

Tutti i motivi per cui i gatti odiano l'acqua valgono per la maggior parte dei gattini. Ma come con qualsiasi regola, ci sono anche delle eccezioni e ad alcuni gatti piace davvero l'acqua. Il mantello resistente all'acqua di un Maine Coon, ad esempio, induce questi gatti sguazzare ogni volta che ne hanno la possibilità. Storicamente questi gatti sono stati impiegati spesso sui velieri, il che aiuta a spiegare perché sono così a loro agio con gli specchi d'acqua. Anche il manto dei Van turchi, impermeabile all'acqua, rende il nuoto un'esperienza piuttosto piacevole per loro. Questi gattini hanno una tale affinità per l'acqua che molti proprietari cercano piscine per gatti in modo che possano nuotare a proprio piacimento. In realtà amano così tanto stare in acqua che gli è stato dato il soprannome di "gatto che nuota". Gli Abissini sono un'altra razza di gatto che conosce il mare: arrivati ​​in Europa in barca, forse la loro confidenza con l'acqua può derivare da quel primo viaggio attraverso l'oceano.


Articolo a cura di cune

cune

Giornalista, scrittrice, nata cresciuta e pasciuta tra cani, gatti, uccellini, tartarughe, criceti e (per scelta!) pochi bipedi. Copywriter freelance, scrivo di salute per mestiere e di animali per passione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.