Portare a casa un gatto: come prepararsi

Congratulazioni, hai deciso di adottare un gatto!

Per facilitare l'integrazione del micio in casa tua, dovrai prima di tutto prendere in considerazione la provenienza del tuo gatto. Era un randagio? Stava in gattile? Viveva con un'altra famiglia? C'erano altri gatti che vivevano con lui o era solo? L'ambiente era rumoroso o silenzioso? Quante volte mangiava e dove dormiva?

I gatti non amano i cambiamenti, e quando sono  numerosi e drastici possono generare un elevato stress nel micio. Per integrare al meglio il gatto nella tua casa e nella tua vita il più agevolmente possibile, devi essere in grado di riconoscere eventuali segni di stress che può manifestare mentre si adatta alla sua nuova vita. Per agevolarlo nel passaggio, inizialmente mantieni la sua routine precedente, e cambiala a poco a poco nel tempo.

Preparazione: cosa ti serve

Per prima cosa, preparati ad accogliere il tuo gatto in casa assicurandoti di avere questo "corredo" di base:

Ciotole per cibo e acqua o eventualmente una mangiatoia automatica per gatti e una fontanella automatica per gatti
Cibo (per facilitare l'integrazione, procurati lo stesso cibo che era abituato a mangiare prima che tu lo adottassi e, se necessario, passare gradualmente a un cibo di qualità superiore.)
Collare (possibilmente con medaglietta identificativa)
Cuccia
Giocattoli per gatti
Spazzola per gatti
Lettiera o lettiera autopulente e sabbia per lettiera (Anche in questo caso, attenersi al tipo a cui è abituato il gatto) e eventualmente un mobile per lettiera
Tiragraffi 

Potrebbe interessarti

Trasportare il gatto a casa

La maggior parte dei gatti è molto territoriale, senza contare che i gatti sono creature abitudinarie. Di conseguenza, non gli piace viaggiare: potresti notare che la maggior parte dei gatti non ama rimanere bloccata in un trasportino! Se stai cercando di scegliere un trasportino per gatti, mirane a uno che sia forte e sicuro e possa essere facilmente pulito. Se il tuo gatto è particolarmente nervoso, potresti spruzzare uno spray ai feromoni almeno 15 minuti prima di metterlo dentro (per consentire all'alcol di evaporare) o una copertina con il suo odore, che lo farà sentire al sicuro.

Riconoscere i segni di stress in un gatto

Il tuo nuovo gatto sarà probabilmente stressato i primi tempi. I segni di stress possono includere diminuzione dell'appetito, riduzione della cura del corpo, nascondersi, mancanza di interesse verso di te e dormire in luoghi insoliti. Un gatto stressato può essere particolarmente silenzioso, il che può essere difficile da notare. I gatti molto stressati hanno maggiori probabilità di comportarsi in modo aggressivo o pauroso.

Se hai adottato un gatto da un rifugio, la tua sarà molto probabilmente la terza "casa" del tuo gatto in un periodo di tempo abbastanza breve. Anche se la tua casa è probabilmente molto più comoda del rifugio da cui proviene, il cambiamento è per lui comunque stressante. Presta attenzione ai segni di stress e, se li vedi, assicurati che diminuiscano col tempo. Se il suo stress non diminuisce lentamente ogni giorno, dovresti cercare l'aiuto di un comportamentista o del tuo veterinario.

L'ambiente del tuo gatto

Molti gatti hanno paura quando entrano in una nuova casa; essere spostati da un luogo a un altro è effettivamente un grande cambiamento per loro. La tua casa ha anche odori e rumori diversi rispetto a quelli cui era abituato. Inizialmente, tieni il tuo nuovo gatto in una sola stanza. La tua camera da letto o il soggiorno possono essere indicati. Assicurati di fornire al tuo nuovo gatto cibo, acqua e una lettiera e di passare regolarmente del tempo in questa stanza con lui, in modo che non sia solo troppo a lungo.

Forniscigli più nascondigli. Una scatola di cartone con fori tagliati su entrambi i lati (in modo che possa entrare e uscire da ogni lato) e una coperta posizionata sul fondo possono essere un ottimo nascondiglio. Assicurati di predisporre dei nascondigli non solo sul pavimento, ma anche in alto. Quando è nel suo nascondiglio, non disturbarlo. I suoi nascondigli dovrebbero essere i suoi posti speciali, dove può avere privacy se lo desidera.

Metti un tiragraffi con il suo profumo nella sua stanza. Puoi aiutarti accarezzandogli delicatamente le guance con un asciugamano, quindi strofinando il tiragraffi con l'asciugamano. Questo trasferirà il suo profumo sul tiragraffi, aumentando così la probabilità che lo usi.

Lascia che il tuo gatto si adatti alla stanza e a te. Non forzarlo a starti vicino se desideri accarezzarlo. Piuttosto, coinvolgilo e cattura il suo interesse giocando con lui con uno dei suoi giochini o rimanendo vicino alla sua ciotola mentre sta mangiando. Una volta che si rende conto che questo estraneo (tu!) si occupa di lui come (e forse meglio!) di chi lo faceva prima, accetterà la tua attenzione e ricambierà il tuo affetto.

Dopo due/tre giorni, o comunque non appena noti che il micio ha preso confidenza con la stanza, lascialo libero di accedere al resto della casa. Per alcuni gatti, potrebbero essere necessarie diverse settimane prima che si sentano a proprio agio nella loro stanza e abbiano voglia di esplorare la casa.

L'alimentazione del gatto

I gatti mangiano meno quando sono stressati e talvolta smettono di mangiare del tutto. È estremamente importante assicurarsi che il tuo gatto mangi regolarmente (e in quantità adeguate) una volta che lo hai portato a casa. Se possibile, acquista lo stesso tipo di cibo che mangiava prima di venire a vivere con te. Se non sta mangiando, prova a mescolare un po' di cibo più gustoso nel suo pasto.

Dopo due giorni, o una volta che sta mangiando regolarmente, passa lentamente alla dieta che hai previsto per lui, possibilmente di concerto con il tuo veterinario di fiducia. Assicurati di nutrire il tuo gatto con cibo di alta qualità. Se vuoi cambiare la dieta che seguiva prima, fallo gradualmente, inserendo a poco a poco i nuovi alimenti mescolati ai vecchi. Nel giro di una settimana, avrai sostituito il nuovo cibo con il vecchio. Cambiare la dieta del tuo gatto troppo rapidamente può causare disturbi  come una diminuzione dell'appetito, vomito e/o diarrea. Se questo accade, chiama il tuo veterinario.

Decidi se vuoi nutrire il tuo gatto una volta al giorno, due volte al giorno o se preferisci optare per l'alimentazione libera (il che significa lasciare il cibo secco fuori in ogni momento). Tieni presente che, in quest'ultimo caso, il micio potrebbe non essere in grado di controllare adeguatamente l'assunzione di cibo e incorrere nel rischio di un sovrappeso, fattore che predispone a problemi di salute. Per la maggior parte dei gatti, l'alimentazione ideale è due volte al giorno. Se hai difficoltà ad essere regolare con gli orari, magari a causa del tuo lavoro, puoi optare per una ciotola automatica e pianificare gli orari e il peso esatto delle razioni che hai previsto per lui.

Lettiera

Metti a disposizione del tuo gatto una lettiera pulita e preferibilmente scoperta. Le lettiere coperte possono intrappolare gli odori all'interno della scatola, il che è comodo per te, ma non per il tuo gatto. I gatti sono spesso piuttosto esigenti: sono sensibili all'odore di urina e feci. Ridurre l'odore dentro e intorno alla lettiera può essere molto importante per loro. Pulisci la lettiera una volta al giorno e svuotala completamente per pulirla ogni due settimane o in base alle sue necessità se si tratta di una lettiera per gatti autopulente. Quando pulisci la lettiera, usa un sapone delicato: detersivi dall'odore forte o ammoniaca potrebbero disturbare il micio.

Ricorda che l'odore della lettiera non piace a te tanto quanto non piace a lui: tienila pulita e avrai un gatto felice.

Giocattoli per gatti

Ci sono molti giocattoli diversi con cui il tuo gatto potrebbe divertirsi a giocare. Ai gatti piacciono le novità, quindi compra diversi tipi di giocattoli e provateli insieme. Gioca con i giocattoli con il tuo gatto: non aspettarti che inizi a giocarci da solo. Se non è interessato ai giochi per i primi giorni, dagli tempo e prova diversi giocattoli. Ricordati di non giocare con le mani con il tuo gatto: usare le mani come se fossero un gioco insegna al tuo gatto che va bene morderti o graffiarti.

Dentro o fuori?

Una delle grandi decisioni che i proprietari di gatti devono prendere è se consentire al loro gatto di uscire. Ci sono molti rischi all'aperto: il traffico, bocconi velenosi, cani poco amichevoli e talvolta anche virus. Tuttavia, molti gatti amano davvero stare all'aria aperta e perdono i loro stimoli naturali se vengono tenuti in casa tutto il tempo.

Esistono diversi modi in cui puoi consentire al tuo gatto di godersi la vita all'aria aperta senza rischi. Puoi installare delle pertiche sui davanzali delle finestre intorno alla casa in modo che il tuo gatto possa sedersi alla finestra, guardare la vita all'aria aperta e godersi la luce del sole. Con pazienza, puoi insegnare al tuo gatto a camminare con un guinzaglio e portarlo all'aperto a fare passeggiate.

Un'altra opzione è costruire o acquistare una gabbia da esterno (ce ne sono anche da interno) per il tuo gatto.

La chiave per una corretta integrazione del tuo nuovo gatto nella tua casa è essere consapevoli dei segni di stress e assicurarti che rimangano minimi. Cambia il suo ambiente lentamente. Ricorda che sebbene queste raccomandazioni funzionino per la maggior parte dei gatti, non funzioneranno per tutti i gatti. Se il tuo gatto mostra segni di stress e non sta migliorando, contatta il tuo veterinario o un comportamentista.


Articolo a cura di cune

cune

Giornalista, scrittrice, nata cresciuta e pasciuta tra cani, gatti, uccellini, tartarughe, criceti e (per scelta!) pochi bipedi. Copywriter freelance, scrivo di salute per mestiere e di animali per passione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.