Come scegliere il perfetto dog-sitter

Decidere con chi lasciare il tuo amato peloso quando sei in viaggio, o banalmente fuori per lavoro, è sempre una scelta difficile. Trovare un eccellente dog sitter non è sempre facile, ma capisci da te quanto sia importante per la sicurezza e il benessere del tuo cane mentre sei via.

Dovrai scegliere una persona di cui ti fidi pienamente, perché sarà chiamato a prendersi cura del tuo cane e della tua casa. Idealmente potrebbe sembrar facile prendersi cura di un cane, ma in realtà sappiamo bene che i nostri cani sono esigenti e che hanno bisogno di attenzioni adeguate e di sicuro non ci piacerebbe imbatterci in un dog sitter pigro o che non ha sufficiente esperienza !

Come trovare un bravo dog sitter

Oggi come oggi, è ingannevolmente facile trovare un dog sitter. Apri semplicemente un'app sul tuo telefono e in pochi minuti potresti credere di aver già trovato la persona che fa per te. Sfortunatamente, non puoi necessariamente fidarti dei sitter o delle recensioni che hanno ricevuto.

In genere è meglio cercare un dog sitter tramite la tua rete personale. Potresti rivolgerti al dog sitter di un amico, o chiedere consiglio al tuo veterinario. Trova qualcuno che sia altamente raccomandato. Una buona idea potrebbe essere cercare un giovane studente universitario (meglio ancora se studia veterinaria): sono abbastanza grandi per essere responsabili e ancora molto giovani, dunque economicamente accessibili.

Se il tuo cane ha esigenze mediche o fisiche speciali, sii sincero al riguardo. Ad esempio, se il tuo cane è molto energico, affidalo a un dog sitter che preveda di portarlo molte ore al parco in modo che siano entrambi felici.

Domande da sottoporre al potenziale dog sitter

Una volta che hai un elenco di potenziali dog sitter, è il momento di conoscerlo di persona. Se il dog sitter è seccato all'idea di un colloquio preliminare, hai già la prima X da tracciare sul tuo elenco. Dopotutto, si tratta sempre del tuo amato cane...

Chiedi al tuo potenziale dog sitter

  • Che esperienza hai con i cani?
  • Hai mai avuto a che fare con un cane simile al mio cane? (in taglia, razza, temperamento, ecc .; va bene se non è una corrispondenza esatta.)
  • Cosa faresti se mentre sono via il mio cane si ammala o si ferisce?
  • Quante volte al giorno porterai a spasso il mio cane? Quanto dureranno le passeggiate?
  • Per quanto tempo lascerai il mio cane da solo ogni giorno?
  • Posso avere delle recensioni o parlare con altri tuoi clienti?
  • Il mio cane starà a casa tua o mia? (nel primo caso, chiedi di vedere lo spazio dove starà. Sembra incredibile, ma può capitare di visionare luoghi dove non porteresti nemmeno un asino!)
  • Come reagiresti se il mio cane facesse qualcosa che ti infastidisce?
  • Il mio cane verrà portato a spasso e curato da solo o con altri cani? (Potresti apprezzare l'idea che il tuo cane socializzi con altri, o potresti preferire evitare questo rischio. Non c'è una risposta giusta e una sbagliata: è una scelta personale).
  • Hai intenzione di lasciare il mio cane senza guinzaglio? (sarebbe meglio se la risposta fosse no. Non è prudente aspettarsi che il tuo cane ascolti qualcuno che non sei tu).
  • Hai un'assicurazione? (la maggior parte dei sitter part-time, come gli studenti universitari, non l'avrà. Decidi se per te va bene).
  • Porterai in giro il mio cane? Hai un mezzo di trasporto affidabile se il tempo è brutto?

Potrebbe interessarti

Trasferire le giuste informazioni al dog sitter

Ok, adesso che hai scelto il tuo dog sitter, è importante metterlo in condizione di svolgere al meglio il suo lavoro (evitando di chiamarti ogni 30 minuti mentre sei in vacanza o - peggio - al lavoro!). Una buona idea sarebbe quella di incontrarlo a casa tua per mostrargli dove metterai le chiavi, le istruzioni, il cibo e altro ancora. Quest'occasione sarà anche utile per guardarlo interagire con il tuo cane.

Non sentirti in imbarazzo se hai scritto una sorta di romanzo con tutte le informazioni che dal tuo punto di vista sono "strettamente indispensabili": la maggior parte dei dog sitter apprezzerà tutte le informazioni aggiuntive che tu gli lascerai. Ad ogni buon conto, di solito le informazioni più banali sono esattamente quelle che sfuggono e che sarebbero più utili. Non dimenticare dunque di includere:

  • Nome, età, razza e anamnesi del tuo cane
  • Le informazioni di contatto del tuo veterinario (indirizzo e recapito telefonico)
  • Quali comandi conosce il tuo cane (è utile se il tuo sitter conosce sia il segnale verbale che il segnale della mano)
  • Qualsiasi informazione comportamentale o medica sul tuo cane, come un recente intervento chirurgico o il fatto che il tuo cane sia timido con uomini strani.
  • Il programma giornaliero del tuo cane nei minimi dettagli
  • Quanto mangia? Quando? Dove?
  • Quanta cacca fa? Quando? Dove?
  • Qual è il suo percorso a piedi preferito? Quanto lontano va? Gli piace correre, riportare la palla?
  • Quanti premietti riceve? Per cosa?
  • Con che accessori è abituato a uscire?
  • Dove sono conservate le provviste di cibo del tuo cane
  • Informazioni TV e WiFi
  • Servizi di base del quartiere, come il negozio di animali o un'alimentaria nelle vicinanze
  • Dove parcheggiare
  • Qualunque cosa a cui prestare attenzione o da sapere nel quartiere
  • Chi può chiamare il tuo baby sitter se viene bloccato o ha un'emergenza con il tuo cane

Indipendentemente dal fatto che desideri o meno che il tuo cane interagisca con persone o altri cani mentre è sotto la cura del dog-sitter, e anche se il tuo cane è amichevole, spesso è una buona idea che il tuo sitter sia un po' più cauto ed eviti situazioni in cui ci sono più cani, a meno che tu non possa indicargli un ritrovo abituale con tre/quattro amici pelosi che frequentate quotidianamente.

Non importa quanto semplici ti sembrino le istruzioni, sono sicuramente molte nuove informazioni per loro. Assicurati di averle raccolte tutte per potergliele lasciare a portata di mano e, soprattutto, ricorda che la comunicazione è fondamentale!


Articolo a cura di cune

cune

Giornalista, scrittrice, nata cresciuta e pasciuta tra cani, gatti, uccellini, tartarughe, criceti e (per scelta!) pochi bipedi. Copywriter freelance, scrivo di salute per mestiere e di animali per passione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.