Osteopatia cani: a che serve e perché

Se il tuo cane ha problemi di mobilità, dovresti prendere in considerazione l'osteopatia canina. L'osteopatia (validissima sia per i cani che per i cavalli) funziona con gli stessi principi dell'osteopatia umana ed è un sistema di valutazione, “diagnosi”, trattamento e prevenzione di un'ampia gamma di problemi di salute.

Utilizza tecniche manuali per trattare alterazioni posturali, mal di schiena, dolori generali, aiuto in caso di patologie e miglioramento delle prestazioni nei cani. I trattamenti vengono eseguiti tenendo in considerazione il cane nel suo insieme e non solo l'area apparentemente problematica.

Gli osteopati cercano la causa primaria o sottostante del problema e quindi tentano di ripristinare l'equilibrio generale del corpo. Possono trattare cani di tutte le età e dimensioni, dai Cockapoos agli Irish Red Setters: ogni cane ha i suoi problemi unici anche se a volte questi dipendono proprio dalla razza. In alcuni casi il problema può essere invece correlato all'attività che il cane intraprende.
I cani possono soffrire di dolorose distorsioni e lesioni e il loro modo di comunicare il disagio è mostrare cambiamenti nella personalità, nel carattere o nelle prestazioni.

Potrebbe interessarti

Il GOT - Trattamento Generale Osteopatico per i cani

Il Trattamento Generale Osteopatico, conosciuto con l’acronimo di GOT o TGO, è un approccio metodologico alle articolazioni del paziente, che mira a liberare eventuali limitazioni di movimento.
È un trattamento corporeo completo, effettuato mobilizzando le articolazioni e i tessuti molli, uno per uno ed in serie, al fine di rimuovere le rigidità ed i blocchi articolari e stimolare l'ottimale circolazione dei fluidi e degli impulsi nervosi.

Esiste la regola delle 3 R, basilare per il GOT:
Routine: il terapeuta promuove un’attività passiva di ogni singola articolazione, seguendo una precisa routine, che parte dalla coda, arti, colonna e si conclude con il cranio.
Ritmo: bisogna adattarsi al ritmo del paziente e non imporne uno. Ci sono cani che preferiscono delle mobilizzazioni più veloci e altri più lente. Un’alterazione del ritmo può dare tensione, rigidità, edema, accumulo di tossine.
Rotazione: tutto si muove attorno ad un asse.

Quando è consigliata l'osteopatia per il cane?

Come abbiamo accennato, l'osteopatia animale si occupa di un'ampia gamma di problemi di salute che possono portare a una perdita di mobilità parziale o totale. La sua applicazione può anche andare oltre il trattamento o alleviare i sintomi di malattie, condizioni congenite e traumi. È molto efficace per alleviare il dolore, fornire comfort e incoraggiare la rigenerazione dei tessuti danneggiati.

Le pratiche osteopatiche sono inoltre consigliate per prevenire le malattie degenerative, in particolare quelle che colpiscono le ossa e i muscoli dell'animale. Nei cani predisposti alla displasia dell'anca, come il pastore tedesco, l'osteopatia può aiutare a controllare il processo degenerativo e ritardare lo sviluppo dei sintomi.

Gli obiettivi principali del trattamento GOT sono:

  • Ripristinare e migliorare la mobilità articolare
  • Ridurre la tensione dei tessuti adiacenti all’articolazione sottoposta alla mobilizzazione, quali muscoli, tendini, legamenti…
  • Favorire il drenaggio sanguigno e linfatico
  • Armonizzare la postura
  • Migliorare la conduzione nervosa
  • Effetti positivi sul sistema nervoso vegetativo e sulla propriocettività
  • Stimolare i processi naturali di autoguarigione

Questo trattamento viene applicato anche nell’osteopatia umana e la sensazione provata è di armonia e rilassamento.
Nell’ambito animale, e in particolare quello canino, questo tipo di trattamento è indicato soprattutto nei cani anziani, con ridotta mobilità articolare e con problemi di artrosi e artrite; nei cani sportivi, come trattamento pre-gara/post-gara; nei cani che presentano varie problematiche e che necessitano di un trattamento su più zone.

Per massimizzare i benefici dei trattamenti osteopatici, specie nei cani anziani o con patologie, è consigliabile non eccedere con l’attività fisica se non indispensabile. Se proprio non si può rinunciare alla compagnia del proprio peloso nelle lunghe passeggiate, piuttosto si prenda in considerazione l’acquisto di un passeggino per cani, magari da poter agganciare alla bicicletta.

Quali malattie possono essere trattate?

L'osteopatia animale può trattare malattie come disfunzioni locomotorie (zoppia, crampi, debolezza muscolare, dolore spinale, ecc.), malattie degenerative muscoloscheletriche (displasia dell'anca e del gomito), disturbi digestivi (diarrea, vomito, gastrite, tra gli altri) e problemi nel tratto urinario (come infezioni, insufficienza renale, incontinenza, ecc.).

L’osteopatia canina può essere un valido aiuto anche in caso di allergie o problemi respiratori, eruzioni cutanee e malattie della pelle, disturbi neurologici (come l'epilessia), otite persistente e riabilitazione dopo traumi, incidenti e interventi chirurgici.

Infine, l’osteopatia può trattare (e prevenire!) problemi comportamentali, agendo sulla prevenzione di malattie e disturbi ormonali che hanno un impatto negativo sul comportamento. Non a caso, l'osteopatia è efficace per alleviare i sintomi di stress, noia, iperattività, nervosismo e paura eccessiva; crea una sensazione di benessere e può migliorare la fiducia in se stessi dell'animale.


Articolo a cura di Francesca Motta - Osteopata Animale

Francesca Motta - Osteopata Animale

"Trattare la Globalità per agire sulla Specificità“
Tratto tutto il corpo per avere benefici specifici e localizzati.


Commenti
Avatar
Gigi
05-02-2021 11:52
Articolo molto interessante e pieno di contenuti veritieri, complimenti achi la proposto
Rispondi
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *