Come scegliere la sabbia per la lettiera dei gatti?

Ti sei deciso ad adottare un gattino e adesso è ora di fare shopping, così che quando micio arrivi a casa avrai già tutto a portata di mano: cibo per gatti, giocattoli, un tiragraffi e articoli per la toelettatura. In cima alla lista c'è la lettiera ma quando arrivi al momento di scegliere la sabbia da metterci all'interno ti rendi conto che il numero di possibilità è davvero da capogiro! Cosa e come scegliere? Che tu sia un proprietario esperto o un principiante, la varietà oggi è davvero impressionante. Non è stato sempre così.

Come scegliere la lettiera per gatti

Trovare la giusta lettiera per gatti può aiutare ad alleviare lo stress del gatto e prevenire che urini fuori dalla sua lettiera. La facilità di pulizia e il controllo degli odori sono alcune delle caratteristiche che differenziano un tipo di sabbia dall'altro.

I gatti, si sa, hanno personalità forti e sanno perfettamente ciò che gli piace e ciò che invece non preferiscono. Questo vale anche per la lettiera, quindi non aver paura di sperimentarne diversi tipi per trovare quella che si di gradimento del tuo gattino.

La sabbia per la lettiera è disponibile oggi in un'ampia gamma di tipi, consistenze e profumi. Scoprire quale lettiera funziona meglio per il tuo gatto e per la casa potrebbe richiedere alcuni tentativi ed errori.

Lettiera per gatti profumata o inodore

La lettiera è disponibile in varietà profumate e inodore. Le lettiere profumate sono progettate per mascherare gli odori della lettiera, ma alcuni gatti non amano gli odori forti e preferiscono lettiere non profumate.

I marchi di lettiere per gatti senza profumo si affidano a ingredienti come carbone ed estratti vegetali naturali per aiutare ad assorbire gli odori da urina e feci e ridurre gli odori della lettiera, mantenendo felici sia te che il tuo gatto.

Lettiera agglomerante o non agglomerante

La lettiera per gatti può anche essere agglomerante o non agglomerante, il che influisce sul modo in cui tu dovrai pulire e svuotare la lettiera. Le lettiere agglomeranti formano masse solide e raccoglibili per una rimozione dei rifiuti facile e veloce.

Le lettiere agglomeranti per gatti generalmente forniscono un buon controllo degli odori e devono essere sostituite completamente meno spesso rispetto alle loro controparti non agglomeranti.

Potrebbe interessarti

Sabbia lettiera per gatti: i materiali più comuni

La lettiera per gatti può essere composta da una varietà di ingredienti con proprietà e usi diversi, tra cui:

Argilla - uno dei materiali più popolari sul mercato. Molti marchi di lettiere in argilla si affidano a ingredienti come carbone ed estratti vegetali per assorbire gli odori.
Mais - biodegradabile ed ecocompatibile. È disponibile in formule naturali e profumate.
Bucce di cocco - questa lettiera, ottenuta dalla buccia delle noci di cocco, può essere riciclata come parte del compost da giardino.
Grano - l'amido contenuto nei chicchi di grano conferisce a questa sabbia un'ottima capacità di aggregazione, oltre ad avere enzimi naturali che neutralizzano gli odori.
Legno - questo tipo di lettiera è disponibile in pellet ed è un sottoprodotto naturale del legno di pino. Il profumo di pino agisce come un deodorante naturale.
Gusci di noce - disponibile in formule ad agglomerazione rapida e non agglomerante.
Giornale riciclato - lettiera ecologica, realizzata con giornali riciclati.
Cristalli di gel a base di silice - la silice è un minerale naturale altamente assorbente e può essere riutilizzata da un gatto per un mese.

Vediamo nel dettaglio tutte le caratteristiche di quelle più comuni.

Lettiera per gatti in granulato di argilla

Disponibile nelle varietà profumate e non profumate, è ad agglomerazione rapida, ossia si accumula rapidamente per una facile pulizia. Offre un ottimo controllo degli odori fino a quando la lettiera non raggiunge il punto di saturazione, di solito entro una settimana in una lettiera usata da un singolo gatto.
In genere necessita di essere cambiata meno frequentemente rispetto ad altri tipi di sabbia, ma non è biodegradabile e può creare polvere.

Lettiera in bentonite

Anche la lettiera in bentonite è molto diffusa ed ha la caratteristica di agglomerarsi, cioè i granuli che la compongono si sciolgono a contatto con i liquidi formando grumi, che possono essere facilmente rimossi con una paletta per escrementi.

È meglio scegliere il tipo a grana fine, che è molto più morbido, in modo che il tuo gatto possa scavare meglio e più facilmente. Questo tipo di lettiera consente di ridurre al minimo lo spreco di sabbia, poiché si eliminano solo i grumi di materiale anziché l'intero vassoio.

Lettiera a base vegetale e biodegradabile

Le lettiere a base vegetale si sono diffuse negli ultimi anni e comprendono i materiali naturali come orzo, mais, legno e carta scartati. Hanno il vantaggio di poter essere facilmente smaltite senza inquinare l'ambiente. Possono essere semplicemente gettati nel WC o nel cestino dei rifiuti umidi. Sono materiali morbidi, assorbenti ed eliminano gli odori. Essendo di origine vegetale, devono essere sostituiti più frequentemente; il tuo gatto potrebbe non apprezzare tutti i materiali.

Lettiera in gel di silice

La lettiera di gel di silice ha la consistenza di cristalli abbastanza grandi, simili al salgemma grosso. Di tutte le varietà disponibili sul mercato, questo tipo di lettiera è molto assorbente sia per gli odori che per i liquidi e può durare fino a 3-4 settimane. Tuttavia, essendo a grana grossa, il tuo gatto potrebbe trovare scomodo muoversi e potrebbe graffiarsi i cuscinetti delle zampe. Il gel di silice è sicuramente il materiale più inquinante utilizzato come lettiera e deve essere smaltito come rifiuto non riciclabile.

Come passare da una sabbia all'altra

Se hai deciso di cambiare il tipo di sabbia per la lettiera del tuo gatto, sarà meglio osservare alcuni semplici passaggi per assicurarti che il tuo gatto si adatti senza incidenti e senza stress al cambiamento.

Aggiungi piccole quantità della nuova lettiera, in proporzioni via via maggiori, a quella vecchia per un periodo di 7-10 giorni fino a quando non hai cambiato completamente. Ciò è particolarmente importante soprattutto se cambia sensibilmente la dimensione dei materiali, cosa che potrebbe incidere sul comportamento del micio.

Se il tuo gatto evita la lettiera, prova a offrirgli una selezione simultanea di diversi tipi di lettiera tra cui scegliere: metti tre o quattro scatole con diverse sabbie e vedi se il tuo gatto ha una preferenza.

Se il tuo gatto inizia a sporcare fuori dalla lettiera, potrebbe essere comunque opportuna una telefonata al tuo veterinario: molto spesso non si tratta di capricci o di dispetti, come si crede, ma potrebbe trattarsi di una condizione medica.

Come tenere pulita la lettiera

I gatti sono piuttosto schizzinosi riguardo alle loro abitudini in bagno, quindi mantenere la lettiera del tuo gatto all'altezza dei suoi standard igienici è molto importante. Se hai più gatti in casa, la regola generale è una lettiera per ogni gatto, più un'altra. Può anche capitare che un gatto possa rifiutarsi di usare una lettiera dopo che un altro gatto è stato dentro. Per questo motivo, è molto importante tenere la lettiera sempre quanto più pulita possibile. Un valido aiuto per questo compito così impegnativo viene dalle lettiere autopulenti, che offrono praticità e automazione nella pulizia della lettiera del tuo gatto.

Per soddisfare le esigenze del gatto, dovresti raccogliere quotidianamente le feci dalla lettiera. La frequenza con cui sostituisci completamente la sabbia dipende dal numero di gatti che hai e dal tipo di lettiera che usi.

Se pulisci la lettiera ogni giorno, potresti dover cambiare la lettiera solo ogni due o tre settimane. Se noti un odore o se gran parte della lettiera è bagnata o ammucchiata, è il momento di cambiare la sabbia. Pulisci a fondo la lettiera ogni volta che cambi la sabbia. Usa un detersivo delicato (va benissimo quello per piatti), poiché i prodotti con ammoniaca o oli di agrumi possono disturbare il gatto a causa degli odori forti.

Se il gatto mangia la lettiera

Se il tuo gatto ingerisce materiali non commestibili, siano essi lettiera, filati, tessuti, piante o plastica, consulta immediatamente il veterinario. Questo comportamento può nascondere un problema di salute sottostante. Se il tuo gatto ingerisce solo pochi granelli di sabbia, ad esempio leccandosi le zampe quando lascia la lettiera, i rischi sono praticamente inesistenti. La lettiera agglomerante di argilla sicuramente non è appetibile per un gatto; tuttavia, alcuni gatti possono essere attratti dal grano o dai chicchi di mais.


Articolo a cura di cune

cune

Giornalista, scrittrice, nata cresciuta e pasciuta tra cani, gatti, uccellini, tartarughe, criceti e (per scelta!) pochi bipedi. Copywriter freelance, scrivo di salute per mestiere e di animali per passione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.